C’era una volta…‭ ‬e c’è ancora

Ai primi di giugno,‭ ‬dopo il voto favorevole della Camera,‭ ‬anche il Senato degli Stati Uniti d’America ha approvato,‭ ‬con‭ ‬67‭ ‬voti a favore e‭ ‬32‭ ‬contro,‭ ‬la‭ “‬Freedom Act‭” [‬1‭]‬,‭ ‬presentata da alcuni come il segnale della fine dell’incubo intercettazioni.‭ ‬Sono passati esattamente due anni da quando sul‭ “‬Guardian‭” ‬venne pubblicato il primo degli articoli che avrebbero svelato al mondo intero una verità già più che sospettata,‭ ‬vale a dire che tutte le comunicazioni tra le persone sono spiate,‭ ‬raccolte e conservate.‭ ‬Il seguito delle rivelazioni ha mostrato quanto i politici e i governanti siano in mala fede quando parlano di libertà e quanto le vite di tutti siano sottoposte al controllo degli apparati del potere che si nascondo sempre dietro la solita scusa della sicurezza.
La‭ “‬Freedom Act‭” ‬va a sostituire una sezione della famigerata‭ “‬Patriot Act‭” ‬ed è,‭ ‬come facilmente prevedibile,‭ ‬il risultato di una mediazione tra le promesse di farla finita con la sorveglianza di massa e la realtà della sua concreta continuazione sotto altre spoglie.
In pratica se prima a collezionare le registrazioni era anche la NSA adesso questo sarà fatto‭ (‬forse‭…) ‬esclusivamente dalle grandi compagnie telefoniche e dagli provider,‭ ‬ai quali dovranno essere indirizzate le richieste per gli eventuali controlli.‭ ‬I computer della NSA installati presso le compagnie telefoniche e i provider restano dove sono,‭ ‬il che significa che gli agenti dovranno lavorare da remoto.‭ ‬Oltretutto,‭ ‬viene esplicitamente autorizzata la continuazione dello stato di cose attuale per un periodo di transizione di sei mesi.‭ ‬Il tutto,‭ ‬sia chiaro,‭ ‬riguarda esclusivamente le comunicazioni che coinvolgono cittadini statunitensi,‭ ‬mentre niente cambia per quello che riguarda gli altri programmi di sorveglianza rivolti all’esterno degli USA.
Le associazioni che si battono contro la censura e la sorveglianza di massa hanno pubblicato comunicati abbastanza tiepidi,‭ ‬considerando comunque la‭ “‬Freedom Act‭” ‬un piccolo passo nella giusta direzione.‭ ‬Gli unici entusiasti sono stati i sostenitori del Presidente e i loro amici,‭ ‬più i commentatori distratti che risiedono fuori dagli USA dove continueremo ad essere spiati come prima.
Solo gli ingenui a oltranza possono davvero credere che un qualsiasi Governo rinunci al potere dato dal controllo delle comunicazioni tra le persone:‭ ‬il primo documento pubblicato nel‭ ‬2013‭ ‬in seguito alle rivelazioni di Edward Snowden era una disposizione di un tribunale FISA‭ ‬-‭ ‬la Corte federale che si occupa dello all’interno degli USA‭ ‬-‭ ‬diretto a un fornitore di servizi telefonici nel quale si ordinava di fornire alla NSA i dati delle conversazioni di tutti i suoi‭ ‬113‭ ‬milioni di clienti.‭ ‬Qualcuno ha fatto notare che,‭ ‬di solito,‭ ‬il FISA rinnova sempre le sue richieste e quindi quella del‭ ‬2013‭ ‬è ancora in vigore.
Ma non è solo il settore telefonico-internet a dover preoccupare in quanto il campo del controllo di massa si arricchisce ogni giorno di nuovi strumenti.‭ ‬I servizi segreti statunitensi hanno intenzione di mettere in piedi un programma di sorveglianza della capitale americana tramite droni‭ [‬2‭] ‬simili a quelli in uso da tempo in Iraq e,‭ ‬proprio nelle ultime settimane,‭ ‬si è scoperto che il FBI sta facendo volare sulle maggiori città statunitensi dei piccoli aerei attrezzati per il controllo del territorio e delle comunicazioni‭ [‬3‭]‬.
Gli sforzi attuali degli amanti della libertà dovrebbero essere indirizzati verso lo sviluppo,‭ ‬il sostegno e la diffusione di sistemi per rendere questi controlli sempre più difficili,‭ ‬piuttosto che verso la richiesta di approvazione di leggi salvifiche o di riforme che lasciano tutto come prima.‭ ‬Una lotta che comunque deve sempre tenere presente che farla finita,‭ ‬realmente,‭ ‬con i programmi di sorveglianza e controllo non è possibile senza farla finita con i Governi e gli Stati.


Riferimenti

‭[‬1‭] ‬https://en.wikipedia.org/wiki/USA_Freedom_Act

‭[‬2‭] ‬http://www.npr.org/sections/thetwo-way/2015/02/25/388949356/secret-service-to-fly-drones-over-washington-d-c

‭[‬3‭] ‬http://www.cbsnews.com/news/ap-fbi-using-low-flying-spy-planes-over-us/