Settembre marrone

I giornali lo hanno‭ ‬definito il‭ ‘‬Settembre nero di e della Lombardia‭’‬.
Per noi sarà il‭ ‘‬Settembre marrone‭’‬.‭
Il nero è infatti un colore storicamente troppo importante per noi anarchici per poterlo accostare a‭ ‬tale mondezza.‭ ‬Preferiamo il marrone,‭ ‬ma sia chiaro,‭ ‬non intendiamo di certo il colore del letame con il quale i contadini concimano i loro campi,‭ ‬ma bensì il colore delle acque reflue,‭ ‬quel liquame marrone nocivo e puzzolente che esce dalle fogne e inquina i laghi,‭ ‬i mari e la terra.‭ ‬Che inquina la vita degli esseri umani.
Quel liquame,‭ ‬sta riuscendo dalle fogne in cui era stato relegato.‭ ‬Quel liquame nauseabondo invaderà Milano e la Lombardia,‭ ‬il prossimo‭ ‬11-12‭ ‬e‭ ‬13‭ ‬Settembre,‭ ‬quel liquame ha un nome CasaPound e .
In quei giorni infatti sono stati annunciati due differenti raduni del medesimo stampo:‭ ‬Forza Nuova e Casapound.

Nel comune di Cantù a‭ ‬50‭ ‬chilometri di Milano si svolgerà il terzo raduno consecutivo di Forza Nuova,‭ ‬il movimento NeoFascista il qui leader è‭ ‬Roberto Fiore:‭ ‬personaggio già leader‭ ‬nei movimenti di Lotta Studentesca e di Terza Posizione.‭ ‬Personaggio sul cui passato si sta tentando‭ ‬di stendere un oscuro velo.‭ ‬Se si digita infatti il nome‭ “‬Roberto Fiore” su Wikipedia, l’enciclopedia on-line, compare questa scritta: “Attenzione: questa pagina è stata oscurata e bloccata a scopo cautelativo a seguito di minaccia di azioni legali. Verrà eventualmente ripristinata alla fine della vicenda che la riguarda.”
Il raduno ha il bene placido del sindaco di Cantù,‭ ‬Claudio Bizzozero,‭ ‬che in nome della libertà di pensiero e di parola ha già in passato autorizzato i precedenti raduni dei Nuovaforzisti.

A Milano,‭ ‬nelle stesse date,‭ ‬è stato annunciata la festa nazionale di Casapound,‭ ‬i‭ “‬fascisti del terzo millennio‭” ‬alla presenza di Gianluca Iannone,‭ ‘‬capo‭’ ‬indiscusso delle tartarughe e militante in passato nell’organizzazione neofascista Movimento Politico Occidentale,‭ ‬sciolta negli anni‭ ‘‬90‭ ‬con il decreto Mancino contro l’odio razziale.‭ ‬Le tartarughe stanno tenendo segreto il luogo dell’evento e la questura dichiara di non aver ancora ricevuto richieste di autorizzazioni,‭ ‬ma tant’è:‭ ‬Casapound sui suoi siti sta sbandierando l’avvenimento con tanto di prime iniziative:‭ ‬un concerto,‭ ‬il‭ ‬12‭ ‬settembre,‭ ‬con bande nazi-rock come gli ZetaZeroAlfa,‭ ‬gli Dddt,‭ ‬i Malnatt e i Drizzatorti.‭ ‬E l’antipasto dell‭’‬11:‭ ‬uno spettacolo di burlesque….

Nella città medaglia d’oro per la Resistenza sono partiti gli appelli‭ ‘‬istituzionali‭’ ‬per dire no al raduno di CasaPound:‭ ‬l’appello dell’Anpi al presidente della repubblica e al premier di vietare la manifestazione,‭ ‬la lettera di Sel al ministro dell’Interno attraverso la quale vorrebbero scongiurare ogni permesso ai raduni nazi-fascisti.‭ ‬Insomma tentano la via della legge per impedire un qualcosa che non dovrebbe esserci a prescindere.‭

Per quanto ci riguarda i fascisti non dovrebbero neanche avere la possibilità di definirsi tali.‭ ‬Non dovrebbero avere sedi,‭ ‬nè gli dovrebbe essere data la possibilità di parlare,‭ ‬di sentenziare,‭ ‬di muoversi indisturbati tra la gente cercando di fare proseliti.
Il movimento antifascista e antirazzista è già mobilitato,‭ ‬giustamente,‭ ‬per quei tre giorni.‭ ‬E‭’ ‬stata organizzata un contromanifestazione di solidarietà con i migranti‭ (“‬Scegli da che parte stare‭ ‬-‭ ‬Marcia delle donne e degli uomini scalzi‭”‬,‭ ‬l‭’‬11‭ ‬settembre alle‭ ‬21‭ ‬in Porta Genova‭”)‬,‭ ‬ma la lotta non può esaurirsi così.
‭ ‬E‭’ ‬necessario combattere questi liquami avvelenati e maleodoranti‭ ‬ogni giorno,‭ ‬ogni momento,‭ ‬con coraggio e determinazione.
E se proprio si devono‭ “‬concentrare‭”‬,‭ ‬beh concentriamoli a piazzale Loreto.‭ ‬Così che questa piazza di Milano,‭ ‬ormai lasciata all’incuria,‭ ‬torni a splendere dell’eroismo partigiano.
Sappiano bene,‭ ‬che ci troveranno li,‭ ‬in ogni strada,‭ ‬in ogni piazza,‭ ‬in ogni casa in cui si presenteranno,‭ ‬pronti a ricacciarli dalle fogne da cui tentano,‭ ‬complici anche le istituzioni,‭ ‬di uscire.

‭ ‬Antifascisti Militanti