Non possiamo dimenticare non possiamo perdonare

‬Oggi,‭ ‬10‭ ‬ottobre,‭ ‬è stato attaccato il‭ “‬Meeting per il Lavoro la Pace e‭
‬la Democrazia‭” ‬che era stato organizzato da diversi sindacati,‭
‬associazioni e organizzazioni.‭ ‬Come in Amed‭ [‬Diyarbakir,‭ ‬n.d.t.‭] ‬a‭
‬giugno e a Suruc a Luglio,‭ ‬le bombe esplose ad oggi hanno ucciso‭
‬decine di persone.‭

‬Migliaia di persone da molte città del paese si sono riunite contro le‭
‬politiche di guerra,‭ ‬contro i profitti e le speculazioni di guerra di‭
‬diversi gruppi di potere.‭ ‬Oggi le bombe che sono esplose hanno ucciso‭
‬persone che chiedevano pace,‭ ‬vita e libertà contro la guerra.‭

‬Questa esplosione,‭ ‬nella quale oltre trenta persone‭ [‬in serata il numero‭
‬delle vittime è salito a‭ ‬86,‭ ‬ad oggi sono‭ ‬120‭ ‬le vittime accertate,‭ ‬molte ferite nell’attentato e finite dalla polizia con le cariche n.d.t.‭]‬,‭ ‬è un riflesso dell’avida sete di‭
‬sangue dei poteri.‭
‬Coloro che hanno ucciso ad Amed,‭ ‬a Pirsus,‭ ‬a Cezire,‭ ‬stanno ora‭
‬cercando,‭ ‬con l’assassinio di decine di persone ad Ankara,‭ ‬di impaurire‭
‬la popolazione,‭ ‬frustrarla con le politiche di guerra e dissuaderla dal‭
‬lottare per la libertà.‭

‬I poteri devono sapere che qualunque mezzo utilizzino,‭ ‬siano gli arresti‭
‬o gli omicidi con le bombe,‭ ‬noi non avremo paura del loro potere né‭
‬saremo sottomessi alle loro politiche di guerra.‭

‬Per un mondo nuovo,‭ ‬per una vita di libertà,‭ ‬gli assassinati ad Amed,‭
‬Pirsus‭ [‬Suruc,‭ ‬n.d.t.‭]‬,‭ ‬Cezire e Ankara non saranno dimenticati,‭ ‬gli‭
‬assassini non saranno perdonati.‭

‬Azione Anarchica Rivoluzionaria‭ (‬‭)