Scusate abitualmente vestiamo Marzotto

‭”‬…..queste aggressioni sono state compiute da pochi individui particolarmente violenti mentre la manifestazione dei lavoratori in sciopero si svolgeva in modo tranquillo…..‭”
Comunicato del‭ ‬5‭ ‬ottobre‭ ‬2015

‭”‬Quattro dipendenti di Air France sono stati arrestati questa mattina,‭ ‬nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria sui disordini scoppiati in occasione dell’incontro tra i vertici dell’azienda e i sindacati.‭ ‬Lo hanno reso noto fonti di polizia e della procura.‭ ‬I quattro,‭ ‬che lavorano per la filiale Cargo di Air France,‭ ‬sono stati arrestati verso le‭ ‬6‭ ‬del mattino nelle rispettive abitazioni,‭ ‬situate nella periferia della regione parigina.‭ ‬Diverse centinaia di lavoratori avevano fatto irruzione,‭ ‬lo scorso‭ ‬5‭ ‬ottobre,‭ ‬durante il comitato d’impresa‭ ‬-‭ ‬organo gestionale che riunisce rappresentanti della direzione e dei dipendenti‭ ‬-‭ ‬convocato per informare i lavoratori del progetto di ristrutturazione della compagnia.‭ ‬Due alti dirigenti di Air France erano stati fisicamente aggrediti,‭ ‬con le camicie strappate,‭ ‬ed erano dovuti fuggire precipitosamente scavalcando delle recinzioni.‭”
Rai News del‭ ‬12‭ ‬ottobre‭ ‬2015

Dopo le botte da orbi nel quartier generale di Air-France-Klm all’annuncio del piano di tagli da‭ ‬2.900‭ ‬posti,‭ ‬interviene la politica.‭ ‬E‭’ ‬il presidente François Hollande a definire‭ “‬inaccettabili‭” ‬le violenze subite dai manager perché‭ “‬ledono l’immagine‭” ‬della compagnia.‭ ‬A fare da eco al presidente anche il premier francese,‭ ‬Manuel Valls che parla di‭ “‬sanzioni pesanti per chi si è macchiato di tali atti‭”‬.‭ ‬Il chiaro riferimento è alle foto del dirigente di Air France-Klm,‭ ‬con la camicia a brandelli,‭ ‬mentre tentano di fuggire dai lavoratori inferociti e che hanno fatto il giro del mondo.‭ ‬Il bilancio finale è stato di sette feriti,‭ ‬di cui uno grave.‭
Rai News del‭ ‬6‭ ‬ottobre‭ ‬2015
Il‭ ‬5‭ ‬ottobre scorso chi frequenta internet si è trovato di fronte ad una visione a dir poco singolare,‭ ‬dirigenti di un’importante compagnia aerea come Air France che fuggono inseguiti dai lavoratori con la giacca e la camicia stracciata.‭ ‬E‭’ ‬il caso di dire,‭ ‬in senso letterale,‭ ‬che è uno dei rari casi nei quali il re è effettivamente nudo,‭ ‬o quasi.
Gli amanti di una grigia e melanconica serietà‭ ‬potranno rilevare che la massa di pubblicazioni di foto che mostrano i due alti dirigenti in fuga,‭ ‬che si arrampicano su una rete,‭ ‬che si allontanano risponde a una logica ludica e sin fanciullesca.‭
Per parte mia ritengo,‭ ‬al contrario,‭ ‬che la ,‭ ‬proprio perché non è il meccanico scontro di masse in cieco movimento ma una relazione sociale sia fra le classi che all’interno della nostra classe,‭ ‬trova nella dimensione simbolica uno stimolo,‭ ‬un orientamento,‭ ‬un linguaggio.
Basta pensare,‭ ‬a questo proposito,‭ ‬all’impatto che ebbero nel‭ ‬1968,‭ ‬la foto di due atleti afroamericani che,‭ ‬premiati alle olimpiadi di Città del Messico,‭ ‬salutarono levando in alto il pugno o a quella di una ragazza con una bandiera anarchica tenuta in spalla da un compagno nel corso del maggio francese.
La lotta fra le classi,‭ ‬insomma,‭ ‬è lotta anche sul terreno delle idee e dell’immaginario.‭ ‬Ora,‭ ‬il fatto che in tempi nei quali l’avversario sembra‭ ‬troppo spesso invincibile,‭ ‬nei quali sovente la nostra comunicazione pone l’accento,‭ ‬è costretta a porre l’accento,‭ ‬sui caratteri infami dell’oppressione e dello sfruttamento senza poter indicare una via di uscita in avanti,‭ ‬una risposta adeguata,‭ ‬un prendere noi l’iniziativa,‭ ‬il vedere i corpi semidenudati di due tecnocrati che stavano tranquillamente‭ “‬trattando‭” ‬dei licenziamenti di massa fornisce uno stimolo all’azione ed alla rivolta che è,‭ ‬di per sé,‭ ‬positivo.

In altri termini,‭ ‬esiste una dimensione ludico estetica della lotta sociale che non va sottovalutata,‭ ‬al contrario è uno stimolo all’azione,‭ ‬alla conoscenza,‭ ‬alla riflessione.‭ ‬per questa ragione,‭ ‬la foto di questi signori in fuga comunica più d mille volantini,‭ ‬di mille discorsi,‭ ‬di mille denunce.‭
Cidetto,‭ ‬vale comunque la pena di capire cosa esattamente successo.‭ ‬Air France-Klm lo scorso anno aveva annunciato il piano ォPerform‭ ‬2020サ,‭ ‬che prevedeva un incremento nel prossimo quinquennio delle tratte a lungo raggio affidandosi per le rotte domestiche alla filiale regionale Hop‭! ‬e per quelle a breve raggio alla low cost olandese Transavia‭ (‬che avrebbe piche raddoppiato la sua flotta‭)‬,‭ ‬oltre al‭ “‬miglioramento‭” ‬dei servizi di bordo per il passeggero.‭ ‬Insomma,‭ ‬un classico‭ ‬caso di esternalizzazione e di attacco al reddito ed alle condizioni di lavoro del personale giustificata dalle difficoltaziendali.
Questo piano era stato respinto dai piloti francesi,‭ ‬per l’ovvio timore del peggioramento delle condizioni contrattuali,‭ ‬visto che Transavia avrebbe assunto nuovi equipaggi con accordi poco onerosi.‭ ‬Uno sciopero di‭ ‬10‭ ‬giorni aveva costretto l誕zienda a ritirare il progetto.
L’impatto dello sciopero,‭ ‬e dell’aborto di‭ «‬Perform‭ ‬2020‭» ‬è stato pesante:‭ ‬circa‭ ‬500‭ ‬milioni di euro in meno nel risultato operativo,‭ ‬passato così da un potenziale di oltre‭ ‬300‭ ‬milioni a un rosso di‭ ‬129‭ ‬milioni,‭ ‬tradotto in una perdita netta di‭ ‬198‭ ‬milioni.‭
Air France-Klm si è comunque prefissata l’obiettivo di riportare i conti in nero nel‭ ‬2015‭ ‬con un piano‭ «‬alternativo‭»‬:‭ ‬accelerando gli sforzi di riduzione del costo unitario dell‭’‬1,5%‭ ‬annuo per tre anni e proseguendo il‭ «‬lavoro sulla produttività‭» ‬e il costo del personale.‭
La messa in opera di questo piano‭ “‬alternativo‭” ‬al progetto di sviluppo‭ “‬Perform‭ ‬2020‭” ‬interessa,‭ ‬nel dettaglio‭ ‬300‭ ‬piloti,‭ ‬900‭ ‬assistenti di volo e‭ ‬1.700‭ ‬membri del personale di terra.‭ ‬La società ha anche deciso la cancellazione degli ordini di nuovi aerei con la Boeing che riguardavano diciannove‭ ‬787-9‭ ‬e sei‭ ‬787-10.

In altri termini,‭ ‬un’operazione non troppo diversa da quella che ha portato allo smantellamento di società come Alitalia.
Si tratta ora di domandarsi chi sono le vittime di questa operazione.‭ ‬Con ogni evidenza non siamo di fronte a soggetti proletari puri e duri ma ad un’aristocrazia del lavoro che,‭ ‬nella fase di sviluppo del capitalismo che si è data dopo la seconda guerra mondiale e grazie alla mediazione dello stato che ha attenuato l’impatto della concorrenza,‭ ‬ha conquistato redditi e condizioni di lavoro dignitosi.
Ora questo mondo precipita rapidamente e rudemente in basso,‭ ‬perde salario,‭ ‬diritti,‭ ‬sicurezze,‭ ‬status.‭ ‬Per usare un linguaggio classico,‭ ‬è proletarizzato e la proletarizzazione,‭ ‬come è noto,‭ ‬è dolorosa,‭ ‬dolorosa assai.
L’opposizione alla proletarizzazione proprio perché espressione di soggetti sociali non avvezzi alla condizione proletaria è spesso,‭ ‬non necessariamente,‭ ‬vivace come abbiamo verificato in questo caso.
Soprattutto la resistenza alla proletarizzazione porta alla nostra classe un patrimonio di esperienze,‭ ‬di lotte,‭ ‬di iniziative che ne arricchiscono la composizione tecnica e politica.

In altri termini,‭ ‬in questi giorni alla causa dei lavoratori sono stati fatti due doni preziosi,‭ ‬sta a noi approfittarne al meglio.

Cosimo Scarinzi