Friuli Venezia Giulia solidale con la Rojava

Continuano senza sosta le iniziative di solidarietà e appoggio alla lotta in e Turchia,‭ ‬che vede i curdi di quei territori assieme ad altre popolazioni lì residenti battersi contro l’Is e lo stato turco.‭ ‬Una lotta per la propria libertà ma anche per continuare il processo rivoluzionario del confederalismo democratico.‭ ‬Dopo il riuscito corteo regionale del‭ ‬12‭ ‬settembre a Trieste e il nuovo giro di conferenze di esponenti di Uiki tenutosi fra il‭ ‬22‭ ‬e il‭ ‬24‭ ‬ottobre‭ (‬che ha permesso di approfondire in particolari i vari aspetti di autogestione e metodo assembleare e federalista che stanno sperimentando e in cui sono stati raccolti anche fondi per la ricostruzione di ‭) ‬l’area anarchica regionale ha risposto all’appello per la giornata di mobilitazione internazionale del‭ ‬1‭ ‬novembre.‭ ‬La mattina del‭ ‬31‭ ‬ottobre a Monfalcone si è svolto un piccolo presidio informativo sul tema promosso dai compagni e compagne del Coordinamento Libertario Isontino e dell’Usi-ait:‭ ‬striscioni,‭ ‬banchetto e volantinaggio hanno impegnato per alcune ore i presenti.‭ ‬L’iniziativa è stata significativa non solo perché segna il riattivarsi dei compagni in questa provincia‭ (‬dopo un lungo periodo di attività saltuaria‭) ‬ma anche perché si è iniziato a riprendersi le piazze della cittadina isontina che da anni vedevano la presenza solo della destra e dei grillini.
Domenica‭ ‬1‭ ‬novembre invece vi è stato un nutrito presidio a Pordenone promosso dai compagni e compagne di Iniziativa Libertaria che ha visto la presenza anche dai gruppi del resto della regione‭ (‬seppure con qualche assenza dovuta all’accavallarsi di impegni,‭ ‬in particolare il presidio antifascista contro forza nuova tenutosi il giorno precedente a Gorizia e che ha visto impegnati soprattutto i compas anarchici friulani‭)‬.‭ ‬Al presidio‭ (‬che si è poi trasformato in un piccolo corteo informativo‭) ‬hanno partecipato anche curdi sia di Pordenone che da Trieste,‭ ‬con cui si è costruito ormai un solido rapporto di fiducia e collaborazione.‭ ‬In tutti gli interventi si è parlato del nostro sostegno alla rivoluzione che in quei territori sta avvenendo e si anche ricordato il ruolo degli anarchici in quella regione.‭
Foto su‭ ‬www.info-action.net

Un compagno presente