Manifestazione antimilitarista del 7 novembre a Reggio Emilia

Sabato sette novembre si è svolta, come oramai da consuetudine annuale, la manifestazione antimilitarista “Contro tutte le guerre – Contro tutti gli eserciti” in occasione del quattro novembre.

La manifestazione è stata indetta, come sempre, dalla sezione – AIT di e ha visto l’adesione della Federazione Anarchica Reggiana – FAI, Cassa di Solidarietà Libertaria, Pollicino Gnus e Mag6.

Il concentramento è avvenuto in Porta S. Croce e il corteo si è mosso verso la Via Emilia per concludersi in Piazza Prampolini. Alla manifestazione ha partecipato anche l’artista libertario Cecio del de “Gli Spavaldi” che, in Piazza Prampolini, ha portato in scena una seguita performance sul valore della diserzione.

Un’ottantina i compagni e le compagne con molte bandiere rosse e nere dell’USI – AIT e della FAI che hanno colpito l’attenzione dei reggiani impegnati nella classica vasca del sabato pomeriggio.

In Piazza Prampolini ci sono stati i due ottimi interventi di Gian Maria Valent della FAI Reggiana e di Colby (Franco Bertoli), segretario nazionale dell’USI – AIT, che, partendo dal centenario della prima guerra mondiale e della conseguente esaltazione del macello fatta in questi mesi dalla retorica istituzionale hanno denunciato le guerre in corso, lo sperpero di denaro pubblico i costi sociali degli appar ati militaristici, che ammontano a ottanta milioni di euro al giorno. È stata un’ottima giornata di propaganda, grazie anche all’ottimo clima quasi estivo, che ci ha permesso di distribuire molti volantini e svolgere molti interventi durante il percorso. A seguire un bel momento conviviale con aperitivo e cena presso il circolo Berneri in via don Minzoni.

USI- AIT Reggio Emilia