Cronaca del 25 aprile in Friuli-Venezia Giulia

partenza_02Un militante ma anche di festa quello ha visto impegnati i compagni e le compagne anarchici e anarchiche del Coordinamento libertario regionale.

A e i due appuntamenti principali all’insegna dell’ e della solidarietà alla resistenza dei compagni e compagne curde. Non a caso lo striscione “solidarietà senza confini alla resistenza curda” era in testa in entrambe le iniziative di piazza. A Udine lo spezzone libertario era numeroso e sicuramente il più animato, organizzato e visibile del corteo ed infatti durante il percorso molti singoli e gruppi si sono aggregati per poi “prendere d’assalto” nella piazza finale i banchetti di cibo e bevande (benefit per i progetti di solidarietà in ) e quello informativo. Ottima anche la diffusione di Germinal e Umanità Nova. A molto buona la presenza nelle varie fasi dell’iniziativa (piazzale ellero, corteo e poi commemorazione all’ex caserma) di oltre un centinaio di persone che poi si sono spostate nel Prefabbrikato di via pirandello per proseguire la giornata con concerti e socialità. Questi due importanti appuntamenti non hanno impedito ad alcuni compagn* (soprattutto dell’isontino ma non solo) di essere presenti al presidio antifascista organizzato il giorno precedente dagli antifascisti goriziani in risposta alla provocazione di Casapound che ha voluto celebrare i “morti degli eccidi comunisti” proprio il 25 aprile una cosa mai vista prima in città e non solo. Infine a alcuni compagni e compagne hanno volantinato massicciamente per promuovere la nostra presenza al corteo del 1 maggio fuori dalle celebrazioni in risiera e diffondendo il Germinal. E ora ci si prepare a scendere in piazza il primo maggio a (appuntamento per lo spezzone regionale in solidarietà alla resistenza curda) e anche a Cervignano.

info-action reporter

Qui trovate foto e video.