lunanera

Cosenza: nuova sede anarchica

lunaneraA , il 25 aprile, si fa propositivo. E’ forse scontato ricordare
che le parate e le iniziative per la liberazione dal nazi-fascismo non
hanno più il sapore di una ritrovata libertà, alla luce anche dei vari
movimenti di estrema destra, xenofobi e razzisti che stanno prendendo
sempre più piede in Europa, America e Italia. Tuttavia abbiamo
approfittato della giornata del 25 aprile per inaugurare la nostra nuova
sede a Cosenza, per ricordare e ricordarci che la lotta per la nostra
libertà non si è ancora esaurita, e non si esaurirà fino a quando il
potere chiamerà con nuovi nomi vecchie schiavitù, fino a quando il
potere non sarà di tutti e quindi di nessuno. Il percorso intrapreso
dalla fucina anarchica – casa comune per l’anarchia a Cosenza – ci ha
portato in una nuova sede……Sarà certamente un caso se questa, come ci
hanno riferito alcuni compagni, si trova proprio di fronte la vecchia e
storica sede del gruppo anarchico Malatesta di Cosenza!
La giornata di presentazione è stata caratterizzata da un primo momento
di dibattito dove sono state presentate le attività che si intenderanno
svolgere nella sede: dallo sportello sindacale -ait che si terrà ogni
martedì dalle 17.00 alle 19.00, alla assemblea del martedì ore 21.00,
fino alle attività di laboratorio e del circolo scacchistico ogni
giovedì pomeriggio, mentre rimane invariato l’appuntamento del programma
radiofonico ogni mercoledì dalle 18.00 alle 19.00. Ovviamente la nuova
sede è aperta a chi vorrà intraprendere attività insieme a noi.
Ricordiamo che in sede è anche possibile visionare la nostra biblioteca e
rivolgersi alla nostra distro.
Uno spazio aperto che non intende soccombere alle logiche del mercato ma
intende riportare alla luce, nella nostra città, i temi anarchici e
libertari fin troppo spesso volutamente confusi e buttati nella mischia si
da far perdere loro l’originario significato.
A seguire il dibattito si è aperto alle prossime iniziative politiche che
vorremmo costruire insieme a chi ne ha voglia e ci è affine proprio
perché non intendiamo essere né una setta né un pantano privo di
specificità.
Dopo il dibattito momenti di convivialità sincera con la cena sociale e
soprattutto la musica dei suonatori libertari calabresi a cui si sono
aggiunti Paolo e Fabrizio che ringraziamo calorosamente. Un grazie va a
tutte le persone che ci hanno creduto, a chi ci ha sostenuto e a chi ci è
affine nel reciproco rispetto a chi è passato dalla sede a salutarci.
L’anarchia da qualche tempo è ritornata a farsi sentire non solo nella
città ma in tutta la provincia! Evviva l’anarchia.

saluti anarchici

A presto

La sede si trova in viale della Repubblica 293/B