Stalking di stato

lovecraftFermi,‭ ‬arresti,‭ ‬interrogatori,‭ ‬processi,‭ ‬condanne.‭ ‬Cose di questo genere non c’è la necessità di averle vissute personalmente per averne disprezzo.‭ ‬Ma le attività repressive messe in atto da tutti gli stati non seguono sempre solo queste classiche modalità e la storia che segue ne è un esempio.‭ ‬La vicenda vede come protagonista‭ ‬da‭ ‬una‭ ‬parte una‭ ‬informatica e dall’altra la famigerata .
Il soprannome della donna,‭ ‬il‭ “‬nick‭” ‬come si usa‭ ‬in Rete,‭ ‬è‭ “‬Lovecruft‭”‬,‭ ‬un evidente gioco di parole tra la parola‭ “‬love‭” ‬e il cognome di uno dei più famosi scrittori del genere horror,‭ ‬H.‭ ‬P.‭ ‬Lovecraft.‭ ‬La sua pagina su‭ “‬github‭” [‬1‭] ‬ci mostra che il suo‭ “‬nick‭” ‬completo è ancora più intrigante e pericoloso‭ ‬-‭ ‬Isis Agora Lovecruft‭ ‬-‭ ‬e la foto che vi compare aggiunge,‭ ‬se mai ce ne fosse ulteriore bisogno,‭ ‬anche un tocco finale‭ ‬in stile cyberpunk.‭ “‬Lovecruft‭” ‬è una programmatrice che lavora,‭ ‬tra le altre cose,‭ ‬anche al progetto‭ “‬Tor‭” ‬il noto protocollo di comunicazione che permette di garantire un minimo livello di anonimato alle comunicazioni‭ ‬su‭ ‬Internet.‭ ‬Contro di lei gli‭ “‬agenti speciali‭” ‬del FBI,‭ ‬notoriamente impegnati nel quotidiano compito di controllare il controllabile e di rendere problematica la vita a coloro che vorrebbero salvaguardare la libertà di comunicazione.
Alla fine di novembre del‭ ‬2015‭ ‬agenti federali hanno bussato alla porta della casa della famiglia di‭ “‬Lovecruft‭” ‬per consegnare una lettera con la richiesta di un incontro.‭ ‬Ma tutta la famiglia era partita per una vacanza e sembra davvero strano che agenti,‭ ‬che hanno a disposizione per legge gli elenchi dei passeggeri di tutti i voli,‭ ‬non si siano preoccupati preventivamente di sapere che la casa alla quale avevano intenzione di bussare era‭ ‬vuota.
‭”‬Lovecruft‭” ‬era nel frattempo impegnata a sbrigare le pratiche burocratiche per l’immigrazione in Germania,‭ ‬dove ha deciso di trasferirsi a vivere,‭ ‬viene a conoscenza di questa richiesta solo‭ ‬al rientro della sua famiglia dalla vacanza.‭ ‬Il suo avvocato viene contattato da un agente e si sente dire che il FBI vorrebbe avere un colloquio con la sua cliente,‭ ‬ma senza la presenza‭ ‬del legale,‭ ‬per‭ “‬avere la sua opinione su alcuni documenti‭”‬.‭ ‬Dopo qualche giorno,‭ ‬in un messaggio registrato sulla segreteria telefonica,‭ ‬l’agente dice all’avvocato che‭ “‬il problema con quei documenti è stato risolto‭” ‬ma che vorrebbero comunque avere lo stesso un incontro,‭ ‬sempre riservato,‭ ‬con‭ ‬”Lovecruft‭”‬.‭ ‬Nell’ultimo contatto con il legale,‭ ‬avvenuto a fine aprile,‭ ‬viene chiesto un indirizzo per poter consegnare una citazione,‭ ‬specificando che non si tratta di un avviso di reato ma solo della richiesta di chiarire il possibile coinvolgimento della programmatrice in una indagine.
Sul blog di‭ “‬Lovecruft‭” [‬2‭] ‬è stata pubblicata sia una copia della prima lettera che tutta la storia che abbiamo provato a riassumere qui sopra.
Tra le tattiche messe in atto dagli stati per controllare la popolazione va quindi aggiunta quella delle‭ “‬molestie‭” ‬che,‭ ‬ai tempi della Rete,‭ ‬si traduce nella contraddizione tra la mole di informazioni collezionate dai sistemi di controllo statali e l’ambiguità di un comportamento coperto da segreto.‭ ‬Sapere di essere nel mirino di un organismo come il FBI e non conoscerne chiaramente il motivo non è certamente una cosa che si possa definire piacevole.‭ ‬Se poi,‭ ‬come nel caso di‭ “‬Lovecruft‭”‬,‭ ‬si lavora nel campo della crittografia,‭ ‬la cosa diventa sicuramente fonte di problemi anche di carattere psicologico,‭ ‬proprio come nei casi di molestie.‭ ‬La programmatrice ha da tempo messo su web una pagina‭ “‬canarino‭” [‬3‭] ‬sulla quale viene dichiarato che non ha avuto problemi con gli apparati della sicurezza nazionale e che non è stata costretta a fare modifiche non volute ai programmi che ha scritto o sui quali lavora.
Noi speriamo che il‭ “‬canarino‭” ‬resti vivo ancora a lungo e non solo perché una delle sezioni del blog di‭ “‬Lovecruft‭” ‬si chiama‭ “‬anarchism‭”‬.


Riferimenti

‭[‬1‭] ‬https://github.com/isislovecruft‭ “‬github‭” ‬è una piattaforma web usata dai programmatori per condividere e gestire i progetti sui quali stanno lavorano.

‭[‬2‭] ‬https://blog.patternsinthevoid.net/

‭[‬3‭] ‬https://fyb.patternsinthevoid.net/canary.html il‭ “‬canarino‭” ‬è una sorta di versione digitale,‭ ‬quindi‭ ‬non cruenta,‭ ‬del volatile che i minatori portavano nei pozzi per avere un segnale su possibili fughe di gas.