Storia del movimento machnovista‭ ‬1918-1921

Riportiamo copj170.aspalcuni brani dell’introduzione al testo di Volin,‭ ‬risalente al maggio‭ ‬1923. ‬
La redazione

Il machnovismo è un fenomeno di portata,‭ ‬grandezza e significato vastissimi,‭ ‬un movimento che si è sviluppato con una forza del tutto eccezionale,‭ ‬che per il destino del la rivoluzione ha avuto una parte colossale e straordinariamente complicata‭; ‬un movimento che nella lotta titanica con tutte le forme della reazione ha saputo resistere e più di una volta salvato dallo sfacelo la rivoluzione‭; ‬un movimento infine straordinariamente ricco di episodi vivaci e coloriti,‭ ‬che ha fatto parlare di sé e interessato non soltanto la ma anche l’estero.‭ ‬(…) Per quasi tutta la sua vita fu stretto in condizioni militari straordinariamente difficili‭; ‬fu sempre circondato da nemici‭; ‬non ebbe quasi alcun amico all’infuori delle masse lavoratrici‭; ‬fu oppresso ostinatamente dal partito al governo‭; ‬la sua voce fu sopraffatta dal frastuono sanguinoso dell’attività governativa di quel partito‭; ‬perse circa il‭ ‬90%‭ ‬dei suoi militanti più attivi e più esperti‭; ‬non ebbe né il tempo né la possibilità e neppure una necessità particolare di raccogliere opere,‭ ‬parole e idee per lasciarle ai posteri‭; ‬insomma di questo movimento sono restate soltanto poche tracce vive e immediate e qualche monumento.‭ ‬Quanto aveva di essenziale non fu annotato in alcun libro di annali.‭ ‬I suoi documenti non ebbero mai vasta diffusione,‭ ‬né furono conservati.‭ ‬Perciò questo movimento è restato in gran parte ignoto a tutti quelli che ne sono vissuti lontano,‭ ‬impercepibile anche allo sguardo dello storico.‭ ‬Non è facile penetrarne l’intima essenza.‭ ‬Come migliaia di piccoli eroi di molte epoche rivoluzionarie restano ignorati per l’eternità,‭ ‬anche il movimento ,‭ ‬eroica epopea dei lavoratori ucraini,‭ ‬fu minacciato dal pericolo di non lasciare alla storia alcuna notizia di sé.‭ ‬Oggi ancora numerosissimi fatti e documenti di questa epopea rimangono nascosti.‭ ‬Se il destino non avesse salvato alcuni individui che hanno partecipato al movimento e conoscendolo profondamente sono in grado di farne un resoconto rispondente a verità,‭ ‬anche di questo movimento gli uomini avrebbero saputo poco o nulla.‭ ‬(…) l’autore di questo libro è la persona più competente in materia.‭ ‬Ha conosciuto Nestor Machnò molto prima degli avvenimenti qui descritti e ha potuto osservarlo da vicino nei momenti più diversi del loro svolgersi.‭ ‬Ha conosciuto inoltre i maggiori esponenti del movimento.‭ ‬Ha preso parte attiva al movimento,‭ ‬e ne ha vissuto la grandezza e la catastrofe.‭ ‬A lui più che a ogni altro erano chiari e l’intima essenza del machnovismo e le sue tendenze ideali e organizzative.‭ ‬Ne ha vista la lotta titanica contro le potenze avverse che lo assediavano da ogni parte.‭ ‬Operaio,‭ ‬ha fatto suo lo spirito genuino del movimento:‭ ‬l’aspirazione possente delle masse lavoratrici‭ – ‬aspirazione illuminata dall’idea dell’anarchismo‭ – ‬di prendere effettivamente nelle loro mani il loro destino per la organizzazione di una nuova vita.‭ ‬(…‭)
Alcune affermazioni di principio espresse dall’autore possono discutersi.‭ ‬Ma non appartenendo all’elemento fondamentale del libro non sono state sviluppate sino in fondo.‭ ‬Osserviamo che il giudizio dell’autore sul bolscevismo,‭ ‬quale nuova casta dominante che dà il cambio alla borghesia e tende coscientemente alla dittatura economica e politica sulle masse lavoratrici,‭ ‬presenta un interesse notevole.‭ ‬(…‭)
Quest’opera chiarisce bene con quanta semplicità,‭ ‬facilità,‭ ‬naturalezza,‭ ‬il movimento abbia superato tutta una serie di pregiudizi‭ – ‬nazionali,‭ ‬religiosi,‭ ‬razziali,‭ ‬etc.‭ ‬Questo fatto è straordinariamente indicativo:‭ ‬mostra ancora una volta quanto lontano e facilmente possano andare le masse lavoratrici entusiasmate da un deciso impulso rivoluzionario,‭ ‬purché siano effettivamente esse a creare la loro rivoluzione,‭ ‬purché gli sia concessa vera ed integrale libertà di ricerche e di azione.‭ ‬Le loro vie sono infinite,‭ ‬purché non gli siano chiuse con artifici premeditati.‭ ‬Ma per noi i meriti fondamentali di questo libro sono i seguenti:
I.‭ ‬Mentre molti stimavano e ancora stimano che il machnovismo sia stato soltanto un episodio militare particolare,‭ ‬un audace movimento partigiano che avesse in sé tutti i difetti e tutta la sterilità di un fatto militare‭ (‬molti proprio su questo fondarono il loro atteggiamento negativo verso il movimento machnovista‭)‬,‭ – ‬l’autore dimostra con dati irrefutabili la falsità di tale giudizio.‭ ‬Con una serie di segni precisi egli ci apre dinnanzi agli occhi il quadro distinto di un movimento di vaste masse lavoratrici,‭ ‬libero,‭ ‬nutrito di profondi ideali,‭ ‬e nonostante la sua brevità naturalmente incline a creare ed a organizzare,‭ ‬movimento di masse che si apprestarono una forza strettamente saldata alla loro vita,‭ ‬soltanto per necessità di difendere la loro rivoluzione e la loro libertà.‭ ‬(…‭)
II.‭ ‬La piena indipendenza del movimento è chiaramente delineata:‭ ‬l’energia e la coscienza con cui si difese da tutte le forze di qualsiasi natura che volevano imporsi dal di fuori.
III.‭ ‬È definito in maniera netta e precisa l’atteggiamento del bolscevismo e dell’autorità sovietica nei confronti del fenomeno machnovista.‭ ‬Sono spiegate tutte le invenzioni e le giustificazioni dei bolscevichi.‭ ‬Sono svelate e messe in piena luce le loro criminali macchinazioni,‭ ‬le loro menzogne,‭ ‬la loro natura profondamente contro-rivoluzionaria.‭ ‬(…‭)
IV.‭ ‬Molti sinceri rivoluzionari pensano che l’anarchismo sia una fantasia di ideali e giustificano il bolscevismo come l’unica realtà possibile,‭ ‬inevitabile e necessaria allo sviluppo della rivoluzione sociale mondiale,‭ ‬realtà che costituisce una tappa concreta di questa rivoluzione.‭ ‬I lati negativi del bolscevismo vengono in tal modo considerati inesistenti e trovano in se stessi una solida giustificazione.‭ ‬Questo libro dà un colpo mortale a tale modo di pensare,‭ ‬ponendo chiaramente due punti basilari:‭ ‬1‭) ‬le tendenze anarchiche apparvero nella ‭ – ‬fin tanto che questa restò una vera e indipendente rivoluzione delle masse lavoratrici‭ – ‬non come una‭ «‬dannosa utopia di sognatori‭»‬,‭ ‬ma come un realissimo e concreto movimento rivoluzionario di quelle masse‭; ‬2‭) ‬come tale,‭ ‬esso fu soffocato dal bolscevismo con premeditazione,‭ ‬ferocia,‭ ‬viltà.‭ ‬I fatti esposti in questo libro dimostrano che la‭ «‬realtà‭» ‬del bolscevismo è essenzialmente la stessa dello tzarismo.‭ ‬Riaffermano in modo concreto e chiaro e contrappongono alla natura del bolscevismo la profonda lealtà e realtà dell’anarchismo,‭ ‬come unica ideologia veramente rivoluzionaria della classe lavoratrice,‭ ‬tolgono al bolscevismo ogni ombra di giustificazione storica.
V.‭ ‬Il libro offre abbondante materiale perché gli ridiscutano molti dei loro valori.‭ ‬Provoca qualche nuovo problema ed espone una serie di fatti che contribuiscono ad una più esatta soluzione di problemi non nuovi‭; ‬infine riconferma alcune verità fondamentalmente dimenticate che è molto utile studiare e riesaminare.‭ ‬(…‭)