soldiers-1200x661

Stato di emergenza

soldiers-1200x661Jean-Jacques Gandini,‭ ‬nato‭ ‬il‭ ‬23‭ ‬gennaio‭ ‬1948‭ ‬a Grasse‭ (‬Alpes-Maritimes‭)‬,‭ ‬è un avvocato,‭ ‬dottore in scienze politiche,‭ ‬giornalista ed attivista anarchico,‭ ‬membro della‭ ‬Lega‭ ‬Francese per la‭ ‬Difesa dei‭ ‬Diritti‭ ‬Umani e dei‭ ‬Cittadini,‭ ‬ben conosciuto per i suoi studi giuridici,‭ ‬di teoria politica,‭ ‬di storia del movimento operaio.‭ ‬Molto noto anche professionalmente,‭ ‬è‭ ‬stato‭ ‬anche‭ ‬Presidente dell‭’‬Unione degli‭ ‬Avvocati di ‭ (‬SAF‭)‬ ed è attualmente,‭ ‬ancor più che nel passato,‭ ‬uno dei punti di riferimento maggiori per la difesa degli individui contro il potere poliziesco e giudiziario.‭ ‬Nel numero corrente‭ (‬1784‭) ‬di gennaio‭ ‬2017‭ ‬Le Monde Libertarie ospita questo suo breve intervento sugli aspetti giuridici dello‭ “‬‭” ‬in Francia‭ – ‬già oggetto in passato di vari articoli su‭ ‬Umanità Nova‭ ‬–che qui riportiamo nella traduzione a cura di Enrico Voccia.
‭“‬Tempi grigi allo scopo di evitare che diventino neri‭; ‬tempi che si possono riesaminare dicendo:‭ ‘‬sono ancora possibili e non‭ ‬si è ancora visto nulla‭; ‬non‭ ‬si è fatto nulla‭’‬.‭” ‬Marc Bloch
In seguito agli attentati del‭ ‬13‭ ‬novembre‭ ‬2015,‭ ‬una legge eccezionale‭ “‬relativa allo‭ ‬Stato di Emergenza‭” ‬è stata votata il‭ ‬20‭ ‬novembre dal Parlamento quasi all’unanimità,‭ ‬con la proroga dello‭ ‬Stato d‭’‬Emergenza per tre mesi‭ (‬dal‭ ‬26‭ ‬novembre‭ ‬2015‭ ‬al‭ ‬26‭ ‬febbraio‭ ‬2016‭)‬,‭ ‬prorogata nuovamente per altri tre mesi‭ (‬fino al‭ ‬26‭ ‬maggio‭) ‬e poi nuovamente per altri due mesi,‭ ‬sempre‭ ‬basandosi sulla legge del‭ ‬3‭ ‬aprile‭ ‬1955‭ ‬che era stata approvata nel pieno della guerra d’Algeria.
Avendo mancato il Presidente della Repubblica l’obiettivo di inserirla nella Costituzione,‭ ‬il governo allora ha fatto nuovamente votare una legge‭ “‬normale‭” ‬il‭ ‬3‭ ‬giugno‭ ‬2016‭ (‬la cosiddetta‭ “‬Legge Urvoas‭”)‬,‭ “‬rinforzando la lotta contro la criminalità organizzata,‭ ‬il e le loro fonti di finanziamento,‭ ‬migliorando l’efficacia dell’azione penale‭”‬.‭ ‬Obiettivo dichiarato dunque quello di aumentare l’efficacia della lotta contro la criminalità organizzata ed in particolare contro il :‭ ‬si tratta in realtà di una legge omnibus che non fa altro che aggiungere eccezioni alle eccezioni.‭ ‬Tra le sue disposizioni principali:

Saranno possibili le perquisizioni notturne nelle abitazioni d’ogni genere finché lo‭ ‬Stato di Emergenza sarà in vigore.
Gli ufficiali di giudiziaria‭ ‬specificamente incaricati della lotta contro il terrorismo potranno,‭ ‬su semplice autorizzazione del procuratore della Repubblica,‭ ‬valida per‭ ‬48‭ ‬ore,‭ ‬dunque senza alcun controllo del giudice ordinario,‭ ‬ricorrere alla sorveglianza,‭ ‬all’infiltrazione,‭ ‬alle intercettazioni telefoniche e della corrispondenza elettronica,‭ ‬alla registrazione audiovideo,‭ ‬all’intrusione informatica,‭ ‬all’utilizzo dei dispositivi IMSI-Catchers‭ (‬si tratta di finte antenne che permettono di intercettare le conversazioni telefoniche‭ – ‬IMSI è un numero identificativo unico contenuto nelle carte SIM:‭ ‬esse imitano il funzionamento d’una antenna centralizzata per la telefonia mobile in modo che gli apparecchi situati nelle vicinanze vi si connettano.‭ ‬Quest’apparato riceve perciò le comunicazioni e può accedere al loro contenuto,‭ ‬reindirizzandole poi all’antenna dell’operatore telefonico e la conversazione ha luogo senza che l’intercettato possa accorgersi di nulla‭)‬.
Rafforzamento dei poteri di polizia per i controlli di identità:‭ ‬in caso di controllo di identità da parte della polizia giudiziaria,‭ ‬l’ispezione visiva e la perquisizione dei bagagliai delle vetture vengono effettuati su richiesta scritta del Procuratore della Repubblica ed occorre il consenso esplicito della persona‭; ‬in caso di controllo da parte della polizia amministrativa,‭ ‬dietro autorizzazione del Prefetto‭ – ‬rappresentante diretto del governo‭ – ‬scritta e motivata‭; ‬ma quando l’ispezione ha luogo‭ “‬in prossimità di stabilimenti,‭ ‬di installazioni ed opere sensibili‭” ‬l’autorizzazione può avvenire entro le‭ ‬12‭ ‬ore e con informazione immediata al Procuratore,‭ ‬ma essa si‭ ‬svolge indipendentemente dal consenso della persona.‭ ‬Si tratta dunque di un nuovo regime di perquisizione amministrativa che,‭ ‬dal momento che la nozione di installazione od opera‭ “‬sensibile‭” ‬è decisamente vaga,‭ ‬appare ancora più inquietante.
Fermo delle persone in occasione di un controllo o di una verifica dell’identità:‭ ‬un individuo del quale si ha‭ “‬ragioni valide per pensare che il suo comportamento è legato ad attività terroristiche,‭ ‬o è in relazione diretta e non casuale con una persona che manifesta un tale comportamento‭”‬,‭ ‬può essere trattenuta‭ “‬il tempo necessario per l’esame della situazione‭”‬ fino a‭ ‬4‭ ‬ore.‭ ‬Tenuto conto del carattere impreciso delle motivazioni avanzate e della mancanza di assistenza da parte di un avvocato,‭ ‬si danno ancora una volta alle autorità amministrative dei poteri tipici dell’autorità giudiziaria,‭ ‬che resta l’unica‭ ‬depositaria della libertà individuale,‭ ‬venendo escluse le garanzie relative al diritto di difesa.
In merito all’autorità giudiziaria:‭ ‬si ricorre sempre meno al giudice istruttore,‭ ‬allargando sempre più il campo delle azioni possibili nella fase dell’inchiesta preliminare,‭ ‬rafforzando la supremazia del Procuratore Federale alle dipendenze dirette del Ministro della Giustizia,‭ ‬che gestisce unilateralmente il processo,‭ ‬mettendo la difesa,‭ ‬che non può intervenire se non nella fase terminale dello stesso,‭ ‬davanti al fatto compiuto‭ – ‬mentre l’istruttoria preliminare permetteva il dibattito e le obiezioni procedurali e l’avvocato difensore poteva richiedere il compimento degli atti che riteneva necessari per la difesa del suo cliente.‭ ‬Certo,‭ ‬è previsto che il Procuratore agisca sotto il controllo di un Giudice Ordinario,‭ ‬cioè il Giudice della Libertà e della Detenzione,‭ ‬ma in pratica tale giudice è solo un paravento in quanto viene condotto ad autorizzare degli atti senza conoscere i dettagli della procedura,‭ ‬non avendo il tempo materiale di leggere integralmente i faldoni che gli vengono sottoposti.
Il fatto di riprodurre,‭ ‬trasmettere o comunicare atti o messaggi ritenuti apologetici del terrorismo diventa un nuovo‭ ‬genere di‭ ‬reato.
Il fatto di consultare abitualmente siti di propaganda terroristica costituisce un’incriminazione ulteriore ed autonoma:‭ ‬questo comportamento è dunque allo stesso tempo‭ ‬sia‭ ‬un reato‭ ‬sia elemento di prova per il reato di appartenenza ad un gruppo terroristico.‭ ‬Si pensi a quanti giornalisti o ricercatori indagano o lavorano in questo modo…‭ ‬In materia di Diritto Penale,‭ ‬l’ergastolo effettivo diviene applicabile ai crimini di terrorismo,‭ ‬con un periodo ineliminabile di trent’anni.
La cosa più grave è l’estensione del quadro legale dell’uso delle armi da parte delle forze dell’ordine.‭ ‬I poliziotti municipali possono essere autorizzati dal Prefetto a girare armati su semplice richiesta del Sindaco:‭ ‬è così aperta la strada per‭ ‬un loro armamento generalizzato.‭ ‬Le forze di polizia giudiziaria ed amministrativa,‭ ‬in assenza delle condizioni che giustificano l’invocazione dello Stato di Emergenza o delle condizioni di legittima difesa,‭ ‬possono fare uso delle loro armi allorché ciò‭ “‬è assolutamente necessario per mettere nelle condizioni di non nuocere una persona sul punto di commettere uno o più omicidi volontari e quando esiste ragione di pensare che egli stia per reiterare questi crimini in un lasso di tempo molto prossimo ai primi.‭” ‬Ora,‭ ‬la condizione di‭ “‬necessità‭” ‬come il concetto di‭ “‬ragione di pensare‭”‬,‭ ‬specie quest’ultimo,‭ ‬sono soggetti ad interpretazioni soggettive:‭ ‬il rischio che tutto ciò divenga una licenza di uccidere in qualunque caso è evidente.

Nel suo discorso televisivo del‭ ‬14‭ ‬luglio‭ ‬scorso,‭ ‬il Presidente della Repubblica aveva annunciato che non avrebbe prorogato nuovamente lo Stato di Emergenza dopo il‭ ‬26‭ ‬luglio.‭ ‬La sera stessa,‭ ‬avviene il terribile attentato di Nizza,‭ ‬il cui bilancio è di‭ ‬86‭ ‬morti e quattrocento feriti‭ – ‬di cui,‭ ‬occorre sottolinearlo,‭ ‬un terzo ricollegabili all’Islam.‭ ‬Doccia fredda e nuova legge del‭ ‬21‭ ‬luglio che va a costituire la quarta proroga dello Stato di Emergenza fino al‭ ‬21‭ ‬gennaio‭ ‬2017.
Oramai,‭ ‬la messa sotto controllo preventivo delle comunicazioni,‭ ‬cioè la raccolta in tempo reale da parte dei servizi di informazione di tutti i dati relativi ai contatti legati ad una persona sull’insieme dei suoi mezzi di comunicazione,‭ ‬è estesa all’intera rete di relazione della persona sorvegliata.‭ ‬La legge si limita ad esigere‭ “‬ragioni serie di pensare che spiare queste persone nella rete dei contatti familiari,‭ ‬amicali,‭ ‬professionali,‭ ‬anche occasionali,‭ ‬possa avere un interesse.‭”
Vi sono attualmente quattordicimila persone sospettate di legami con l’Islam radicale,‭ ‬segnalate nel File dei Segnalati per la Prevenzione la Radicalizzazione a carattere Terroristico‭ – ‬FS-PRT‭ – ‬mantenuto dallo Stato Maggiore Operativo di Prevenzione del Terrorismo‭ – ‬EMOPT‭ – ‬una lista che,‭ ‬come riconosciuto dallo stesso Ministro dell’Interno,‭ ‬è il frutto per almeno il‭ ‬20%‭ ‬– cioè‭ ‬2800‭ ‬persone‭! – ‬di denunce senza fondamento.
In tal modo,‭ ‬l’aggiunta delle loro relazioni‭ – ‬foss’anche solo una media approssimativa di dieci persone‭ – ‬al numero delle persone controllate,‭ ‬fa entrare la Francia nell’era della sorveglianza preventiva di massa.‭ ‬È la rottura ufficiale dell’equilibrio tra libertà e sicurezza a totale vantaggio di quest’ultima,‭ ‬che era già stata legalmente definita nei termini dell’articolo L‭ ‬111-1‭ ‬del Codice della Sicurezza Interna‭ “‬libertà fondamentale‭”‬.
Tutto ciò ha condotto il Difensore dei Diritti,‭[‬1‭] ‬Jacques Toubon,‭ ‬ad emanare il‭ ‬22‭ ‬luglio scorso il seguente comunicato:‭ “‬Rompendo l’equilibrio tra le esigenze della sicurezza e le garanzie di libertà,‭ ‬il diritto francese giunge così ad indebolire strutturalmente lo Stato di Diritto che è stata la forza della nostra Repubblica.‭”
Sicurezza è certamente il diritto di vivere in pace,‭ ‬ma allo stesso tempo è la sicurezza di un impiego stabile,‭ ‬di un alloggio,‭ ‬delle cure sanitarie.‭ ‬Ma anche a voler considerare la sicurezza come il diritto fondamentale,‭ ‬questo‭ ‬andrebbe sempre considerato nei termini dell’articolo‭ ‬2‭ ‬della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino che protegge gli individui contro gli arresti e gli imprigionamenti arbitrari.
Poco dopo aver rinnovato lo Stato di Emergenza,‭ ‬il‭ ‬19‭ ‬luglio il Consiglio di Stato ha tracciato un bilancio dei suoi contenziosi in materia di Stato di Emergenza.‭ ‬A questa data,‭ ‬i giudici di riferimento amministrativo hanno emesso‭ ‬216‭ ‬ordinanze di prima istanza,‭ ‬relativa ad obblighi di residenza,‭ ‬perquisizioni,‭ ‬chiusure di luoghi di riunione e/o di culto:‭ ‬di queste‭ ‬157‭ ‬sono state ordinanze di rigetto,‭ ‬ma‭ ‬33‭ ‬sono state di sospensione e‭ ‬26‭ ‬persino di abrogazione,‭ ‬in fase pregiudiziaria,‭[‬2‭] ‬insomma il‭ ‬37%‭ – ‬in più di un terzo dei casi cioè le decisioni hanno dato ragione ai ricorrenti.‭ ‬In appello,‭ ‬poi,‭ ‬il Consiglio di Stato‭[‬3‭] ‬ha emesso‭ ‬44‭ ‬ordinanze‭ (‬di cui‭ ‬42‭ ‬erano su obblighi di residenza‭)‬,‭ ‬rigettandone‭ ‬24‭ ‬ma sospendendone‭ ‬7‭ ‬ed abrogandone‭ ‬13,‭ ‬portando il totale dei ricorsi vinti al‭ ‬46%‭ – ‬in pratica quasi la metà delle ordinanze sono state a favore dei ricorrenti.
Centoventi giudizi di merito sono stati già emessi dai Tribunali Amministrativi‭ – ‬di cui‭ ‬88‭ ‬relativi ad obblighi di residenza‭ – ‬sulle duecentotrentasei richieste avanzate:‭ ‬ci sono stati‭ ‬79‭ ‬rigetti,‭ ‬ma anche‭ ‬41‭ ‬annullamenti totali o parziali,‭ ‬insomma il‭ ‬34%:‭ ‬ancora una volta un terzo delle sentenze ha dato ragione ai ricorrenti.‭ ‬Non bisogna dunque esitare a contestare tali azioni giudiziarie‭!
Il Consiglio di Stato ha allora profittato di ciò per precisare il regime delle perquisizioni amministrative:‭ ‬anche se esse sono possibili‭ “‬se si hanno ragioni valide per ritenere che un luogo sia frequentato da una persona minacciante la sicurezza pubblica‭”‬,‭ ‬tali ragioni vanno esplicitate nell’ordine di perquisizione.‭[‬4‭]
Nel momento in cui‭ ‬400‭ ‬obblighi di residenza sono state emanati tra il‭ ‬14‭ ‬novembre‭ ‬2015‭ ‬ed il‭ ‬26‭ ‬febbraio‭ ‬2016,‭ ‬al‭ ‬1°‭ ‬luglio‭ ‬2016‭ ‬ne restavano in vigore‭ ‬79‭ – ‬ossia uno su cinque.‭ ‬Per quanto riguarda poi le‭ ‬3600‭ ‬perquisizioni,‭ ‬ordinate per la maggior parte durante il primo mese di applicazione dello Stato di Emergenza,‭ ‬solo cinque hanno condotto all’apertura di un’inchiesta per fatti legati al terrorismo‭ – ‬cioè lo‭ ‬0,15‭! – ‬e,‭ ‬dopo il primo momento,‭ ‬nessuna ha portato‭ ‬fino al‭ ‬21‭ ‬luglio alcun risultato in termini di rinvio ad un Tribunale.
Con la legge del‭ ‬21‭ ‬luglio di contro,‭ ‬gli obblighi di residenza sono ad oggi aumentati quasi del‭ ‬50%‭ ‬e,‭ ‬allo stesso tempo,‭ ‬sono state ordinate altre‭ ‬330‭ ‬perquisizioni.‭ ‬Il bilancio,‭ ‬però,‭ ‬è magro:‭ ‬una ventina d’armi,‭ ‬meno di dieci chili di cannabis,‭ ‬un centinaio di grammi di cocaina,‭ ‬settantamila euro in contanti‭ – ‬ma nulla di tutto ciò aveva a che fare con attività terroristiche.
Chiaramente,‭ ‬però,‭ ‬l’obiettivo è anche il movimento sociale:‭ ‬l’articolo‭ ‬8‭ ‬di questa nuova legge prevede che‭ “‬i cortei,‭ ‬le sfilate e gli assembramenti di persone sulla via pubblica possono essere proibiti,‭ ‬qualora l’autorità amministrativa giudica di non essere in grado di assicurarne la sicurezza,‭ ‬tenuto conto dei mezzi di cui dispone.‭” ‬Concetto che più aperto alle interpretazioni soggettive non potrebbe essere‭! “‬Le infrazioni a questa norma sono punite con sei mesi di prigione e‭ ‬7500‭ ‬euro di multa applicate sia ai partecipanti sia agli organizzatori.‭” ‬è tornata la responsabilità collettiva‭! ‬Già‭ ‬nei primi tempi dell’iniziale dichiarazione dello Stato di Emergenza,‭ ‬alcuni militanti ecologisti erano stati presi di mira durante la conferenza sul clima,‭ ‬la COP‭ ‬21:‭ ‬a Parigi erano state vietate le manifestazioni nei giorni‭ ‬28,‭ ‬29‭ ‬e‭ ‬30‭ ‬novembre‭ – ‬il‭ ‬30‭ ‬era il giorno dell’arrivo dei capi di Stato.‭ ‬Erano stati ugualmente applicati degli obblighi di residenza,‭ ‬come ad esempio contro quella coppia di agricoltori biologici della Dordogne.‭ ‬Diamine‭! ‬Essi avevano,‭ ‬tre anni prima,‭ ‬partecipato ad una manifestazione contro il progetto di costruzione dell’aeroporto di Notre-Dame-Des-Landes ed erano membri del sindacato CNT,‭ ‬di tendenza anarcosindacalista‭!
È andata‭ ‬negli stessi termini con la‭ “‬Loi Travail‭”‬:‭ ‬130‭ ‬ordinanze di divieto di manifestazione rivolte verso i militanti sulla base di‭ “‬sospetti‭” ‬o di‭ “‬veline‭” ‬dei servizi di informazione‭ [‬di possibili attentati,‭ ‬NdT‭]‬,‭ ‬mentre il campionato europeo di calcio ed il giro ciclistico di Francia sono stati mantenuti‭…
L’obiettivo è mettere fuori gioco ogni contestazione,‭ ‬cosa che è stata assunta in pieno dal Prefetto di Rennes indicando,‭ ‬in‭ ‬Le Monde del‭ ‬21‭ ‬luglio,‭ ‬come bersagli non più gli‭ “‬scassavetrine‭” ‬ma le‭ “‬persone che animano il dibattito‭”‬:‭ ‬si è in pieno delitto d’opinione‭!
In occasione,‭ ‬poi,‭ ‬della mobilitazione contro la‭ “‬Loi Travail‭” ‬del‭ ‬15‭ ‬settembre,‭ ‬cinque persone sono state raggiunte da ordinanze restrittive che gli proibivano di manifestare:‭ ‬la criminalizzazione dei movimenti sociali non è solo uno slogan.
A questo punto,‭ ‬l‭’‬11‭ ‬settembre‭ – ‬data simbolica‭ – ‬il‭ ‬ritornante‭[‬5‭] ‬Sarkozy è tornato di nuovo alla carica:‭ “‬È inscritto nella Costituzione un principio di precauzione.‭ ‬Perché la lotta contro il terrorismo,‭ ‬dunque la sicurezza dei francesi,‭ ‬sarebbe l’unico soggetto al quale non si applicherebbe‭? ‬Di conseguenza ogni francese sospettato di essere legato al terrorismo dovrebbe essere oggetto di un fermo preventivo in un centro di detenzione coatta.‭” ‬Il docente di Diritto Mireille Delmas-Marty gli ha risposto in maniera secca:‭ “‬Ciò corrisponde a trasporre un principio applicato ai prodotti pericolosi da questi alle persone,‭ ‬dunque a trattare gli individui come cose.‭ ‬Il principio di precauzione permette di ritirare dei prodotti dal mercato.‭ ‬Dovremo ritirare alcuni individui dall’umanità‭?”
In breve,‭ ‬la giustizia‭ ‬ha‭ ‬incorporato una dimensione tra le più incerte,‭ ‬quello della‭ “‬prelazione‭”‬.‭[‬6‭] ‬La‭ “‬prevenzione‭” ‬intende agire su delle cause,‭ ‬la‭ “‬prelazione‭” – ‬vera utopia moderna‭ – ‬mira ad un’interpretazione del comportamento,‭ ‬a sopprimere l’evento,‭ ‬così che l’analista Antoine Garapon,‭ ‬segretario generale dell’Istituto di Alti Studi Giuridici ha detto:‭ “‬Si è‭ ‬di solito‭ ‬sospettati di un fatto che è stato commesso,‭ ‬ma quando è sospettata una persona di idee radicali,‭ ‬questa lo è non di aver commesso un atto terroristico,‭ ‬ma di poterlo commettere.‭ ‬Non ci si basa su di un passato recente,‭ ‬si pretende di prevedere il futuro prossimo.‭” ‬George Orwell,‭ ‬oramai,‭ ‬è platealmente sorpassato…

Jean-Jacques Gandini

NOTE

‭[‬1‭] ‬Si tratta di un’istituzione‭ ‬statale indipendente francese creata nel‭ ‬2011‭ (‬ma presente‭ ‬nella Costituzione‭ ‬del‭ ‬2008‭)‬,‭ ‬diretta da Jacques Toubon ed alle cui dipendenze lavorano oltre‭ ‬250‭ ‬persone,‭ ‬il cui scopo dovrebbe essere quello di‭ ‬difendere coloro i cui diritti non sono rispettati‭ ‬ed‭ ‬ottenere la‭ ‬perfetta‭ ‬parità‭ ‬nell‭’‬accesso ai diritti‭ ‬tramite un patrocinio gratuito.‭ ‬Ovviamente lo Stato di Emergenza‭ ‬limita moltissimo l’azione di quest’organo di garanzia.‭[‬NdT‭]
[2‭] ‬Davanti al Giudice delle Indagini Preliminari,‭ ‬per usare la terminologia italiana.‭[‬NdT‭]
[3‭] ‬In Francia il Consiglio di Stato è il livello supremo della giurisdizione amministrativa,‭ ‬che giudica i ricorsi contro le autorità pubbliche.‭[‬NdT‭]
[4‭] ‬Il che limita in parte l’arbitrio denunciato all’inizio dell’articolo in merito alle procedure legate allo Stato di Emergenza.‭[‬NdT‭]
[5‭] ‬Les Revenants è una serie televisiva francese durata due stagioni‭ – ‬tra l’altro assai bella ed originale‭ – ‬incentrata sulle vicende di un piccolo paese a ridosso di una diga che,‭ ‬all’improvviso,‭ ‬vede‭ “‬ritornare‭” ‬in vita,‭ ‬giorno dopo giorno,‭ ‬molti dei suoi morti le cui vicende,‭ ‬ad un certo punto,‭ ‬si confondono con quelle della popolazione dei viventi‭ “‬normali‭”‬.‭ ‬Di qui il gioco di parole dell’autore sull’appellativo dato a Sarkozy.‭[‬NdT‭]
[6‭] ‬Qui nel senso giuridico del poter‭ “‬anticipare‭” ‬un atto‭ – ‬si pensi al‭ “‬diritto di prelazione‭”‬.‭[‬NdT‭]