allofus

All’opinione pubblica

allofusFacciamo appello al popolo siriano e a tutta la comunità internazionale di unirsi a noi nel respingere queste azioni orrendamente ostili del regime turco e di trovarsi insieme a sostegno della popolazione a Qarachox/, Şengal/Sinjar.

Oggi, nelle prime ore del mattino, l’aviazione turca ha lanciato una barbara offensiva su Şengal e il Rojava. Come risultato ci sono perdite umane e materiali. Con questa offensiva inumana lo Stato turco ancora una volta mostrato il suo volto scuro.

A seguito di questa offensiva ancora una volta è stato chiarito che:

1.Lo Stato turco è nemico dell’intera popolazione curda e delle sue conquiste.
2.Il bombardamento di Şengal/Sinjar è la prosecuzione degli attacchi di e delle sue conseguenze per la comunità yezida.
3.Lo Stato turco è il nemico del nostro popolo yezida e amico dell’ISIS.
4.Mentre le Forze Siriane Democratiche stanno mettendo sotto assedio la capitale di ISIS, Raqqa, lo Stato turco sta attaccando il quartier generale delle . Questa offensiva quindi ha rivelato chiaramente la collaborazione dello Stato turco con ISIS.
5.L’offensiva turca è contro i valori dell’umanità e le forze della coalizione internazionale che hanno combattuto ISIS.

Contro questa posizione e questo barbaro attacco, tutti i popoli del devono insorgere insieme e lanciare una resistenza unificata. Perché all’orizzonte non appare esserci altra scelta che quella di resistere. Facciamo appello al nostro popolo in tutte le parti del e nella diaspora perché si sollevi contro questo.

Facciamo appello anche alla coalizione internazionale contro ISIS di alzare la voce e prendere posizione contro questa offensiva. Allo stesso modo facciamo appello a tutte le aree progressiste e democratiche perché stiano al fianco dei curdi e si oppongano a questo tipo di barbarie.

Noi, come Congresso Nazionale del Kurdistan (KNK), condanniamo questo feroce attacco nel modo più forte possibile, estendendo il nostro conforto alle famiglie dei martiri e a tutti i popoli del Kurdistan e speriamo in una pronta ripresa per tutti coloro che sono rimasti feriti durante l’offensiva.

Congresso Nazionale del Kurdistan (KNK)