Nuovo libro di ZIC: “Un sogno infranto. Russia 1917” Emma Goldman

GoldmanSiamo lieti di annunciarvi l’uscita di

UN SOGNO INFRANTO – 1917

di

a cura di Carlotta Pedrazzini

Emma Goldman tra il 1917 e il 1918 scrisse articoli e tenne conferenze in diverse città degli Stati Uniti per far conoscere e propagandare quella che, in quel momento, riteneva fosse la verità sul bolscevismo e il suo ruolo nella rivoluzione.

Nel gennaio del 1920, espulsa dagli USA, volle raggiungere la Russia, la terra della rivoluzione sociale. Nei due anni trascorsi nel paese, a contatto con la vita quotidiana del popolo lavoratore, ebbe però modo di modificare profondamente la sua opinione: di ciò per cui la popolazione russa aveva lottato tra febbraio e ottobre 1917 – eguaglianza, giustizia sociale, autodeterminazione, libertà, potere ai soviet – non c’era traccia, se non nella propaganda del governo bolscevico.

Il sogno si era trasformato in un orribile incubo.

In questo libro sono raccolti alcuni dei testi – di cui alcuni inediti – che Emma Goldman scrisse sui bolscevichi, sulla rivoluzione e a denuncia del regime che seguì.

 

 

Emma Goldman (1869-1940) è stata una delle esponenti più influenti del movimento anarchico statunitense e un’importante protagonista del movimento di liberazione della donna. Non a caso J.Edgar Hoover, il capostipite del F.B.I., ebbe a definirla ‘una delle donne più pericolose d’America’. Emma ‘la rossa’  ha attraversato le vicende più significative del movimento rivoluzionario e anarchico nordamericano, dai Martiri di Chicago alle proteste antimilitariste contro l’ingresso degli USA nella guerra del 1914-1918. Incarcerata più volte per la sua campagna a favore del controllo delle nascite, fu poi privata della cittadinanza per la sua attività rivoluzionaria.

Dopo la permanenza in Russia, fu costretta a cambiare spesso residenza in vari Paesi europei. Nel 1936 raggiunse la Spagna per sostenere la lotta contro il franchismo, per la rivoluzione sociale libertaria.

 

 

 

Il libro consta di 116 pagine.

Costa 10,00 euro e può essere richiesto a:


Casella Postale 17127 – Milano 67
20128 Milano

E-MAIL: <zeroinc@tin.it> e <zic@zeroincondotta.org>
CELL.: 3771455118

Contributi per l’attività e per le edizioni dell’Associazione

– Bollettino postale: conto corrente postale n° 001036065165 intestato a ZERO IN CONDOTTA, MILANO.

– Bonifico a ZERO IN CONDOTTA – MILANO; IBAN n° IT16H0760101600001036065165

Saremo presenti all’ottava edizione della Vetrina dell’editoria anarchica e libertaria che si terrà a Firenze dal 22 al 24 settembre con tutti i nostri testi.
Inoltre presenteremo i seguenti volumi:
Sabato 23, ore 10:  Anarchici a Milano di Fausto Buttà, a cura di Franco Schirone
Sabato 23, ore 11,40: Pioniere e Rivoluzionarie di Eulalia Vega, a cura dell’autrice
Domenica 24, ore 10: La rivoluzione scende in strada, a cura di Antonio Senta
Domenica 24, ore 12,30: Sacco e Vanzetti di Ronald Creagh, a cura di Antonio Lombardo.

Vi aspettiamo!