Comunicato sulla malasanità

I giorni scorsi sui media locali è apparsa la denuncia di un consigliere di centro-destra di , in relazione ai lunghi tempi di attesa del Pronto Soccorso di Torrette. Il consigliere ha lamentato il cattivo funzionamento del servizio facendone una questione professionale e non di sistema: il triage eseguito dagli infermieri e non dai medici. Gli ha risposto il responsabile del Pronto Soccorso di Torrette in maniera eloquente ed esaustiva. Restano però le code, i tempi di attesa, etc. ad e non solo, che mostrano l’affanno di un sistema sanitario pubblico, stretto fra tagli e riduzioni di posti letto e necessità di sviluppare ulteriormente un’assistenza territoriale prossima ai bisogni dei cittadini che, quando non letti o non capiti, facilmente si trasformano in richieste di interventi urgenti da Pronto Soccorso. In questo qualcuno risponde facilmente facendo ricorso alla privata, a fronte della maggioranza dei cittadini che per reddito e condizioni generali non può far altro che aspettare, per quello che riguarda la loro salute, ma fare qualcosa di più sul piano dei diritti. La salute pubblica è una questione di organizzazione e di risorse, ma ancor più è una scelta politica, o si scegli di investire in essa, di sviluppare gli interessi della collettività, di considerare che la sola ottica del profitto che essa possa rappresentare è quella del bene pubblico, o si continua a fare populismo, corporativismo e guerre fra poveri. La politica urlata e dello scarica barile è molto in voga in questo paese utile a trovare capri espiatori senza intaccare le storture del sistema. Se non funziona un Pronto soccorso è colpa degli infermieri, o degli stranieri o del sistema pubblico? Oppure è una scelta politica di riduzione di diritti e garanzie a favore delle leggi del profitto e dei loro … speculatori?

 

Fai – Federazione Anarchica Italiana: gruppo “M. Bakunin” di , gruppo “F. Ferrer” di Chiaravalle;

Alternativa Libertaria/FdCA sez. “Silvia Francolini” di Fano/Pesaro

Gruppo Anarchico “Kronstadt” di Ancona