Il reato di lavorare senza padrone

Questa è l’amara considerazione da trarre per i recentissimi avvenimenti della . Abbiamo seguito tutta la vicenda di questa ex fabbrica, la Maflow, quando produceva occupando 330 dipendenti. Successivamente la fabbrica passava a proprietari della Polonia che, dopo non molto tempo, ne decretavano la chiusura licenziando tutto il personale.

Alcuni ex dipendenti, tra cui , già attivo delegato dell’azienda, conosciuto in zona per il suo impegno nel rivendicare i diritti dei lavoratori e lavoratrici, hanno utilizzato quella stessa struttura costituendo una cooperativa, denominata RiMaflow, per il “recupero e riciclaggio per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente”. Altri lavoratori si aggiunsero e viene nominato Presidente di quella” impresa sociale”, diventando uno spazio autogestito, aggregando altre situazione con le stesse modalità autorganizzative. La RiMaflow ben presto è diventata un importante esempio e punto di riferimento per l’intero movimento per una prospettiva alternativa, proiettata verso l’uscita dall’attuale società mercantile.

Sicuramente la Resistenza e l’affermarsi di questo “progetto alternativo” che contrasta apertamente con l’attuale sistema indirizzato al profitto e alla speculazione, che si nutre di mafiosità in particolare nel settore del riciclaggio, non poteva più essere tollerata.

Complice una situazione politica governata dall’uso generalizzato della repressione, si è ricorso alle più infamanti delle accuse nei confronti dell’attività della RiMaflow: “associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti”. Con tale accusa il 26 luglio è stato arrestato Massimo Lettieri in qualità di Presidente della cooperativa.

Nel respingere con sdegno tale accuse non basta esprimere solidarietà. Occorre un impegno comune per la liberazione immediata di Massimo e affinchè questa accusa infamante nei confronti della RiMaflow decada da subito.

Per una società senza Padroni

Per una società Autogestita

-CIT

La Segreteria Nazionale

La Commissione Esecutiva