Alessandria: appello ai creativi ed agli artisti

Anche quest’anno, nel mese di giugno, nella città di , si farà il consueto meeting multimediale di arte e creatività “I ”; l’appuntamento di arte e creatività a tema organizzato dagli anarchici alessandrini che si svolge nei locali e nel cortile del laboratorio anarchico Perlanera, in via tiziano vecellio n. 2 .

Quella di quest’anno sarà la 6° edizione e si terrà giovedì 13 ,venerdì 14, sabato 15 e domenica16; all’interno della rassegna, come è consuetudine ormai da 5 anni, ci sarà il festival del canto anarchico popolare e d’autore, dove si esibiranno cori, cantautori, gruppi e cantanti di tutti i generi musicali (folk, rock, rap, jazz…). Una rassegna canora di un giorno intero, che ha come punto di riferimento l’arcipelago variegato, anche da un punto di vista musicale, del pensiero anarchico.

Il meeting è una proposta artistico-creativa; una vetrina dove i creativi sono chiamati a esporre, creare, esibire e condividere cento flash sulle vite nascoste dei vilipesi, dei figli del lastrico, dei paria, dei reietti, degli anarchici e dei ribelli: questi sono in due parole “i senza stato”, questo è il titolo dell’evento ed anche il leitmotiv dell’iniziativa. Le opere, gli spettacoli teatrali, le performances, le canzoni e le poesie sono interamente dedicate a quell’umanità dei senza stato, sia di quelli per scelta (i ribelli e gli anarchici), sia di quelli che lo sono perché lo stato li ha ridotti in miseria, li ha braccati, li ha spinti ai margini, li ha schiacciati, insomma i paria della terra.

Il programma non è ancora definitivo, possiamo dire però già fin da ora che quest’anno la rassegna sarà dedicata al cantautore anarchico Fabrizio de Andrè per ricordarlo a 20 anni dalla sua morte: per questa ragione nella giornata di sabato 15 giugno, tra le altre cose, alle ore16 ci sarà la presentazione del libro curato da Paolo Finzi “Che non ci Sono Poteri Buoni, il Pensiero (anche) Anarchico di Fabrizio de Andrè)”, con la presenza dell’autore. La sera, dopo cena (per tutti i giorni della rassegna si può mangiare al perla con ottimi cibi e prezzi modici), alle 21, ci sarà il concerto con uno dei più interessanti esecutori delle canzoni di faber, Varlo Ghirardato.

Al meeting negli anni scorsi hanno partecipato nazionali ed europei ma anche d’oltre oceano, per un ensemble propositivo di 3 o 4 giorni ininterrotti (a seconda dei casi), formando un mosaico dove i numerosi tasselli composti da esposizioni e da esibizioni diventano un insieme di mille flash che danno una fotografia non solo multimediale ma anche cromatica di una realtà dell’esistente per lo più nascosta; un atto di denuncia e al tempo stesso di lotta contro quest’inquietante presente.

Invitiamo tutti a partecipare con le proprie opere teatrali, con video, musica, arte grafica, scultura, fotografia, poesia, performance, musica… ad arricchire l’evento per un susseguirsi incalzante dando vita ad una rassegna dove la creatività e l’arte sono sinonimi di convivialità e comunicazione.

Complice il fatto che si mangia a prezzi modici, con un menù originale e sfizioso, la rassegna ha sempre avuto anche un carattere piacevole e conviviale, il tutto all’interno di una location che è in grado di concretizzare un immaginario creativo individuale e collettivo, dandogli un aspetto che vuole anche essere una denuncia contro l’esistente e al contempo diffondere il seme di una spinta sovversiva, una sovversione apparentemente astratta (a volte anche nella forma) ma che è al contempo estremamente concreta perché scaturita dalla constatazione critica dell’esistente.

Invitiamo tutti quelli che vogliono partecipare come artisti a contattarci quanto prima, abbiamo problemi di tempo, di spazio e d’altro genere, perciò non possiamo assicurare la presenza di tutti. Per facilitare il nostro lavoro, tutti quelli che vogliono partecipare sono invitati a contattarci quanto prima (diciamo immediatamente)! Vi chiediamo inoltre di mostrarci anche via internet le opere o almeno di darci le misure, il testo o almeno il tema degli spettacoli e altro: il tutto (per ragioni organizzative) ci deve arrivare prima e non oltre il 7 aprile.

Dobbiamo aver già deciso il programma in linea di massima per domenica 14 aprile: quel giorno infatti dalle ore 15,30 sino alle ore 19,30 nella sede del laboratorio anarchico Perlanera (ad Alessandria in via tiziano vecellio n. 2) tutti quelli che possono venire sono invitati all’ultima riunione organizzativa dell’iniziativa, quella dove si assegneranno gli spazi e i tempi definitivi, per avere la possibilità di allestire gli ambienti. In quell’occasione avrete anche la possibilità di vedere la veste grafica del futuro manifesto e della futura brochure che propaganderà l’iniziativa. Questa è anche la ragione per cui dobbiamo avere già deciso tutto il programma per quella data.

Per partecipare al festival del canto anarchico è necessario comunicarci le canzoni popolari e le cover che si intende cantare, per evitare che diverse persone facciano lo stesso pezzo. Chiediamo inoltre di avere i testi delle proprie canzoni per evitare che si cantino cose fuori tema. I pezzi eseguiti possono essere da 3 a un massimo di 5, dobbiamo garantire a tutti di suonare: pensiamo di iniziare alle 10 di mattina (puntuali!) e andare avanti ininterrottamente sino alle 24 , l’unica maniera per assicurarlo è limitare i pezzi. Anche in questo caso il tempo è l’unico che può imporci qualcosa: il numero dei partecipanti! Quindi vi preghiamo di contattarci il prima possibile…

Per contatti tel 3474025324 salvatore

fb: laboratorio anarchico perlanera

mail: lab.perlanera@libero.it