Tag Archives: zero in condotta

“E’ possibile la rivoluzione?” Volontà, la settimana rossa e la guerra 1914-1918

OPERE COMPLETE
A cura di Davide Turcato, volume IV

Saggio introduttivo di Maurizio Antonioli

Dopo quasi tre lustri di assenza, che avevano visto l’ascesa del sindacalismo rivoluzionario e l’apparente obsolescenza della prospettiva insurrezionale, nell’agosto 1913 Malatesta ritorna in Italia per prendere direttamente in mano le redini del settimanale Volontà ad Ancona e per promuovere un movimento rivoluzionario antimonarchico.
Dalle colonne del suo giornale, Malatesta discute il sindacalismo, critica l’individualismo, rintuzza conati revisionistici e riformistici, e in articoli teorici su scienza e determinismo delinea lucidamente la fisionomia del volontarismo anarchico. Nel contempo, percorre l’Italia tenendo una fitta serie di conferenze e comizi e tessendo le fila del movimento anarchico e del fronte antimonarchico. Questo lavoro dà i suoi frutti. In un articolo dell’aprile 1914 Malatesta chiede con malcelata ironia: “È possibile la rivoluzione?” L’articolo si chiude con un esplicito monito: “Che tutti si tengano pronti per domani… o per oggi.” Meno di due mesi dopo scocca ad Ancona la scintilla da cui divampa il moto insurrezionale della Settimana Rossa, che della possibilità della rivoluzione costituisce la testimonianza più eloquente.
Poche settimane dopo il ritorno di Malatesta all’esilio londinese scoppia la prima guerra mondiale. Nella tempesta bellica, Malatesta si erge a faro del movimento anarchico internazionale coi suoi articoli contro la guerra, in cui riafferma una volta per tutte l’antimilitarismo come irrinunciabile pietra angolare dell’anarchismo.

 

l libro di 532 pagine costa 30 euro e può essere richiesto a:

ZERO IN CONDOTTA

Casella Postale 17127 – Milano 67
20128 Milano

E-MAIL: <zeroinc@tin.it> e <zic@zeroincondotta.org>
CELL.: 3771455118

www.zeroincondotta.org

Per versamenti con bollettino postale:

– conto corrente postale n° 001036065165 intestato a ZERO IN CONDOTTA, MILANO.

Sono ancora disponibili i volumi già editi ( NB. i volumi I e II non sono ancora usciti)

 “Un lavoro lungo e paziente…: Il socialismo anarchico dell’Agitazione, 1897–1898” (Vol. III)

“Verso l’anarchia: Malatesta in America, 1899–1900” (Vol. IV)

“Lo sciopero armato: Il lungo esilio londinese del 1900–1913” (Vol. V)

Il piano dell’opera prevede un totale di dieci volumi che raccoglieranno, in ordine cronologico, gli articoli di Malatesta pubblicati sui periodici italiani e stranieri, tutti gli opuscoli di propaganda, la corrispondenza in uscita e gli indici. Il curatore delle opere è Davide Turcato, studioso del pensiero di Malatesta, a cui si deve l’idea di completare il progetto che Luigi Fabbri iniziò negli anni trenta, nonché il lavoro di raccolta dei testi.

Coedizione Zero in condotta e La Fiaccola

Morire non si può in aprile

Milano, 15 aprile 1919. A poche settimane dalla loro fondazione i Fasci di combattimento, assieme a gruppi armati di nazionalisti, militari e interventisti, mostrano la loro vocazione reazionaria, antiproletaria e sessista, sparando su un corteo di anarchici e “spartachisti”. Uccidono la giovane operaia … Per saperne di più